From Italy: Risonanza Magnetica Nucleare nel settore alimentare

L’11 e il 12 luglio, esperti e operatori appartenenti a Istituti Zooprofilattici Sperimentali, Università ed Enti Sanitari e di Ricerca si sono ritrovati nella sala convegni del Centro Internazionale per la Formazione e l’Informazione Veterinaria “F. Gramenzi” dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale” di Teramo, per partecipare al seminario “Risonanza Magnetica Nucleare nel settore alimentare”. Questa tecnica analitica è molto utile poiché consente di ottenere informazioni sul profilo metabolico dei campioni esaminati, sia in soluzione che allo stato solido. La diffusione di alcune sue applicazioni nella definizione della garanzia di tracciabilità, origine, qualità e conservazione dei prodotti alimentari, inoltre, rende la NMR di notevole interesse scientifico. Durante il simposio sono state presentate le applicazioni pratiche maggiormente utilizzate dai tecnici; alle presentazioni si sono alternate interessanti discussioni. Tra i relatori, è intervenuto il Responsabile Tecnico di IS, Dott. Vito Gallo, che nella prima giornata ha presentato i risultati del I° confronto interlaboratorio nazionale di spettroscopia 1H NMR organizzato da Retelab con la partecipazione attiva di Innovative Solutions. Questi saranno utilizzati per la promozione di metodi ufficiali basati su questa tecnica investigativa. Nella seconda giornata, invece, il Dott. Gallo ha presentato lo studio “Discriminazione delle uve da tavola in base alle pratiche agronomiche di produzione: un approccio combinato spettroscopia NMR – spettrometria HRMS”, un interessante metodo scientifico di classificazione degli alimenti, basato sulla combinazione di due tecniche all’avanguardia in possesso di IS. Ulteriori informazioni sul seminario e tutte le presentazioni esposte (scaricabili in formato pdf) possono essere reperite sul sito ufficiale dell’Istituto ZS di Teramo o sul seguente link

http://www.izs.it/IZS/Engine/RAServePG.php/P/531410010101/M/200110010101

Inoltre sul canale youtube dell’Istituto, è visionabile il servizio televisivo sull’evento dell’emittente Rete 8